Crea sito

Salvo Neri: Violenza sulle donne alle soglie del terzo millennio

Salvo Neri: Violenza sulle donne alle soglie del terzo millennio

In proposito non posso non manifestare la mia ammirazione per le donne di buona volontà che si sono dedicate a difendere la dignità della condizione femminile attraverso la conquista di fondamentali diritti sociali, economici e politici, e ne hanno preso coraggiosa iniziativa in tempi in cui questo loro impegno veniva considerato un atto di trasgressione, un segno di mancanza di femminilità, una manifestazione di esibizionismo, e magari un peccato! 

Sono convinto però che

il segreto per percorrere speditamente la strada del pieno rispetto dell’identità femminile non passa solo per la denuncia, pur necessaria, delle discriminazioni e delle ingiustizie, ma anche e soprattutto per un fattivo quanto illuminato progetto di promozione, che riguardi tutti gli ambiti della vita femminile, a partire da una rinnovata e universale presa di coscienza della dignità della donna.  

Ancora una volta i  Liberal- Socialisti Sicilia con fervore, passione e stima al mondo femminile, non possono non ricordare loro malgrado, la lunga e umiliante storia, per quanto spesso sotterranea di soprusi perpetrati nei confronti delle donne nel campo della sessualità!   

Alle soglie del terzo millennio

non possono restare impassibili e rassegnati di fronte a questo fenomeno e ancora una volta condannano con vigore, dando vita ad appropriati strumenti legislativi di difesa, le forme di violenza sessuale che non di rado hanno per oggetto le donne.  

In nome del rispetto della persona non possono altresì non denunciare la diffusa cultura edonistica e mercantile che promuove il sistematico sfruttamento della sessualità, inducendo anche ragazze in giovanissima età a cadere nei circuiti della corruzione e a prestarsi alla mercificazione del loro corpo. 

A fronte di tali perversioni

quanto apprezzamento meritano invece le donne che, con eroico amore per la loro creatura, portano avanti una gravidanza legata all’ingiustizia di rapporti sessuali imposti con la forza; e ciò non solo nel quadro delle atrocità che purtroppo si verificano nei contesti di guerra ancora così frequenti nel mondo, ma anche con situazioni di benessere e di pace, viziate spesso da una cultura di permissivismo edonistico, in cui più facilmente prosperano anche tendenze di maschilismo aggressivo le cui reazioni sono molto violente, che tendono a mietere più vittime. Anche dal punto di vista psicologico, gli studi dimostrano che gli effetti negativi sono molti più ampi e duraturi sulle donne. 
  • Violenza sessuale, violenza e abusi verbali, passando per lo stalking e il controllo coercitivo: sempre più frequentemente le donne ricoprono il ruolo di vittime e non di carnefici.  

È ovvio, vista la realtà in cui “vive” la donna in questo millennio dove ancora è “”abbonata”” a violenze, a femminicidi, a stalking, soprusi ed ancora tanto. che la donna oggi più che mai è chiamata a rieducarsi e non più come se fosse un “sacrificio”, uno strazio o come senso di responsabilità dovuta, ma bensì come gesto di amor proprio e rispetto verso sé stessa, il proprio valore e la propria essenza.  

Perché quando una Donna si ama brilla di luce propria e la sua bellezza diventa una “marcia” in più. 

Salvo Neri. 

Salvo Neri: Violenza sulle donne alle soglie del terzo millennio