Crea sito

Una vita in divisa “IL PENSIONATO”

IL CITTADINO SCRIVE IL SUO ARTICOLO GALG61 LO PUBBLICA

Rubrica:Una vita in divisa di Giuan

G. Gallo

Il pensionato:

Come potete vedere davanti a voi un prototipo di un italiano in pensione. Guardare bene la postura, fisico leggermente inclinato avanti, braccia rigorosamente all’indietro, e soprattutto da uno studio approfondito scientificamente provato e indispensabile l’inseparabile busta di plastica possibilmente solo con il pane, cosa chiedere al sindaco di Roma, il movimento indipendenti Pension White Italy di ripristinare urgentemente i lavori in corso di qualsiasi tipo.

Scherzi a parte, vi voglio raccontare un episodio di una delle mie esperienze di polizia giudiziaria.

alcune segnalazioni di rapine agli anziani in un Ufficio Postale

Immediatamente la nostra squadra si attivò cercando di trovare uno stratagemma per individuare il criminale. L’idea era quella di inserire all’interno dell’ufficio postale uno di noi, lo sguardo impietoso dei mie giovani colleghi si posarono su di me essendo più adatto avendo una età avanzata, tacci loro, bene, una mattina ci recammo in questo ufficio, rigorosamente ero vestito in maniera da poter essere uno dei tanti pensionati in fila.

dopo ore di attesa all’interno dell’ufficio postale segnalatoci

Camicia a quadri, sopra un mezze maniche color nocciola, un pantaloncino fino al ginocchio e sandali, rigorosamente con una busta con la spesa, il sottoscritto era all’interno invece i miei fratelli di giubba erano appostati esternamente, finalmente dopo circa un paio di ore ecco che si affaccia un individuo giovane apparentemente tranquillo, ma, mi ero insospettito perché si aggirava all’interno senza aver preso il numeretto, ecco che si avvicina a un anziano signore lo guarda e aspettò che prelevasse il denaro.

Il povero malcapitato uscì dalla posta

Il povero malcapitato uscì dalla posta, il ragazzo lo segue e io feci altrettanto, all’estero naturalmente i miei colleghi dietro di me, sembra la catena di santa Antonio, il ragazzo non lo si perdeva di vista era circondato dopo un paio di cento metri ecco che il passo del criminale si velocizza era quasi vicino al povero anziano, a quel punto si decide di intervenire, preso, l anziano si guarda intorno ignaro di ciò che stava accadendo, mi avvicinai a lui e gli dissi ciò che stava accadendo, mi abbracciò e mi disse grazie, mi avvicinai al criminale lui mi guarda ed esclamò, anzi si mise a ride dicendo, “giuro che non dirò a nessuno che sono stato bloccato da un vecchio poliziotto trasandato.

GIUAN