Crea sito

Il 31 Agosto del 1943 i “salvatori venuti dal mare” uccisero circa 2000 cittadini Italiani a Pisa

L’Italia del giorno dopo di Francesco Campopiano

Il 31 Agosto del 1943 i “salvatori venuti dal mare” uccisero circa 2000 cittadini Italiani a Pisa

Il gran consiglio del Fascismo il 25 Luglio del 1943 sfiducio’ Benito Mussolini consegnando il governo dell’Italia nelle mani di Badoglio. Dal 26 Luglio dello stesso anno il Maresciallo Badoglio iniziò le trattative di pace con gli alleati, che ci portarono alla famosa resa senza condizioni dell’armistizio del 2 settembre con efficacia dell’ormai indimenticabile 8 Settembre del 1943.

Italiani morirono a causa delle bombe Americane

In questo frangente successo molte cose, e molti Italiani morirono a causa delle bombe Americane. Vi basti pensare che dal 25 Luglio al 3 settembre ci furono circa 15 bombardamenti in 15 città Italiane, ed oggi voglio ricordare il bombardamento proprio del 31 Agosto del 1943.

CREARE TERRORE TRA LA POPOLAZIONE

Il 31 Agosto del 1943, i “salvatori venuti dal mare” uccisero circa 2000 cittadini Italiani a Pisa, e la cosa più assurda fu la motivazione, la quale diceva che le bombe lanciate sulla città servivano a distruggere la stazione e la ferrovia, ma principalmente a CREARE TERRORE TRA LA POPOLAZIONE.

la tecnica dei Bombardamenti a Tappeto

Usarono una tecnica particolare per bombardare Pisa, usarono la tecnica dei Bombardamenti a Tappeto. Oggi riconosciuta come un crimine contro l’umanità, tanto che la convenzione di Ginevra vieta l’utilizzo di questa tecnica presso e sopra le città.

Per chi non lo sa

Per chi non lo sa, il bombardamento a Tappeto, non guarda in faccia nessuno, ne civili, ne politici ne militari e neanche anziani e bambini, è una procedura atta a distruggere quel dato territorio e la popolazione li presente.

Questi alcuni dati

Vi scrivo alcuni dati, 1100 bombe, 400 tonnellate di esplosivo, circa 2000 morti, circa 3000 abitazioni distrutte, 1000 dispersi mai trovati…e noi ospitiamo una delle loro basi più importante proprio a Pisa, Camp Darby!

Ora…mi chiedo…non vi fa strano questa situazione?

Sono lì per marcare il territorio come fanno i cani? O sono li come iene a degustare le carcasse dei Mille dispersi da loro uccisi?

chi ha distrutto la tua città e ucciso i tuoi parenti

La città di Pisa e tutti i Pisani hanno diritto a delle scuse…mai arrivate per giunta; e sapere che chi ha distrutto la tua città e ucciso i tuoi parenti si trovi li, vicino a te, senza potergli dire niente…mi urta il sistema nervoso.

L’Italia del giorno dopo

F. Campopiano