C’era una volta un pezzo di legno….”

C’era una volta un pezzo di legno….”

7 LUGLIO: l’Italia del giorno dopo di rubrica di Francesco Campopiano

Oggi si ricorda l’inizio di una storia

Oggi si ricorda l’inizio di una storia, anzi della storia per eccellenza. Esistono pochissimi libri che posso dire di essere stati letti e tradotti in tutte le lingue del mondo. Uno di questi libri, è Italiano, e Toscano per la precisione.

Solamente scrivendo

Solamente scrivendo l’incipit sono sicuro che capirete di quale libro parlo:

C’era una volta…Un re!

“C’era una volta…Un re! diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno….”

vide la luce proprio il 7 Luglio del 1881

Ebbene questo racconto vide la luce proprio il 7 Luglio del 1881; inizialmente venne pubblicato a puntate nel Giornale per i bambini diretto da Ferdinando Martini, con un totale di 8 puntate.

La prima edizione

La prima edizione in volume venne pubblicata nel 1883 dalla Libreria Editrice Felice Paggi.

La particolarità di Pinocchio

La particolarità di Pinocchio e delle sue avventure, sta nel fatto di aver messo tutti in accordo sul valore letterario del libro stesso.

Addirittura molti personaggi illustri

Addirittura molti personaggi illustri del calibro di Benedetto Croce hanno detto e scritto parole di approvazione per questo libro.

Non mi dilungo sulla storia…tanto più o meno la sapete tutti.

Non mi dilungo sulla storia…tanto più o meno la sapete tutti. Però mi piace pensare che stasera dopo aver letto questo post, coccolosi come non mai, vi sistemiate comodi sul lettone con i vostri figli…per rileggere con loro qualche passaggio di questo racconto o di raccontargliela come meglio la ricordate…e non vi preoccupate se non la conoscete a memoria, i vostri bimbi non vi giudicheranno mai per qualche errore…anzi, vi aiuteranno a ricordarla o ad inventarla e sarà tutta un’altra storia!

l’Italia del giorno dopo

F. Campopiano