Corsaro (IGS): La ricerca del bene comune è la lunghezza d’onda

Corsaro (IGS): La ricerca del bene comune è la lunghezza d'onda

Corsaro (IGS): La ricerca del bene comune è la lunghezza d’onda

di Salvatore Corsaro

La ricerca del bene comune è la lunghezza d’onda che Italia Giovane Solidale partito politico” nazionale”. ci mette in comunicazione col nostro prossimo e ci fa essere migliori e andare oltre l’individualismo ed il libertinaggio.

  • Se condividi partecipa anche tu felice e serena giornata a tutti amici e amiche (gli interessati al progetto politico possono contattarmi. cell.340 25 97 384.)

chi siamo non siamo politici ma insieme vogliamo fare politica! www.facebook.com/corsarosalvatore sempre avanti con onestà, trasparenza, lealtà, in mezzo e per la gente incontrando gli amici del centro destra ma con un idea personale e incondizionata di fare per cambiare realmente in positivo le esperienze negative del passato dirigendomi con una certa forma di resilienza ad avere una pluralità di intendi che mi hanno portato a Italia Giovane Solidale

  • Sapendo che in ognuno di noi c’è una parte ribelle e non c’è nulla di diabolico
a patto che non travalichi da quello che viene dettato dalla nostra coscienza e da quello che viene disciplinato dalla costituzione italiana, ma questo non ci vieta che si voglia cambiare tutto quello di negativo si è andato a sperimentare nella propria vita, tutto questo nella speranza di concretizzare qualcosa di nuovo e di positivo anche quando la vita ti rema contro con l’esercizio abusivo ed arbitrario delle sue ragioni.

Nella vita umana e lavorativa come in politica

i giorni più belli sfuggono via mentre quelli brutti come i ricordi non si possono imprigionare ed uccidere una volta catturati, quindi non ci resta di imparare dal passato per vivere meglio il presente per una prospettiva di un futuro migliore mentre continuiamo a combattere giorno per giorno:

  • La buona politica.
la buona politica non è il raggiungimento di alcuni obbiettivi per fidelizzare delle persone come scopo ultimo di essere un libero professionista che lavora per lucro ed in modo esclusivo è propedeutico per il raggiungimento dei propri obbiettivi ma è una missione ed una passione che dovrebbe prescindere dai propri interessi e dei singoli coinvolti in alcune partecipate o in scambi di amicizie equivoci ma un lavoro certosino è finalizzato al bene comune e non dei singoli

anche se fatto questo che sembrerebbe semplice

ma non lo è, si raggiungerebbe uno status quo in grado di garantire il benessere di ogni singolo individuo nel rispetto di tutti e senza trovare strade traverse ma unicamente utilizzando una politica sociale equa per tutti è una sorte di meritocrazia per chi vuol tentare una scalata sociale per dar senso e gratificare la sua vita.