Dorando Pietri un maratoneta Italiano

L’evento di ieri, non è molto conosciuto e non ha molta rilevanza, ma riguarda un grande personaggio Italiano poco ricordato. L’Italia del giorno dopo di Francesco Campopiano.

Londra 1908

Questo signore lasciò un segno indelebile nella storia dello sport italiano e mondiale, ma soprattutto il segno lo lasciò ai giochi olimpici di Londra del 1908.

3 Settembre 1911

Si chiamava Dorando Pietri conosciuto anche come Dorando Petri ed il 3 Settembre del 1911 disse addio alle gare di corsa a piedi in quanto grande Maratoneta Italiano.

Ultima gara internazionale in Svezia

Il 3 settembre 1911 disputò a Parma la sua ultima gara in Italia ed il 15 ottobre dello stesso anno corse la sua ultima gara internazionale in Svezia.

Garzone nella bottega del padre

Dorando era un ragazzino piccolo di statura e gracile, ma quando correva sembrava un treno, i suoi passi erano corti e fitti e si allenava praticamente tutti i giorni, in quanto era il garzone della bottega del padre e le consegne erano tante.

Si racconta che un giorno a Carpi

Si racconta che un giorno a Carpi, città dove viveva, ci fu una gara dove parteciparono i più famosi podisti Italiani dell’epoca e Dorando, attratto dalla corsa e dai questi campioni, pur non essendo iscritto si intromise nella gara e cominciò a correre al fianco del primo, tenendogli il passo ed arrivando al traguardo insieme al vincitore.

Iniziò a correre e a vincere gare su gare

Da questo episodio, iniziò a correre e a vincere gare su gare, fino ad arrivare alla famosa maratona di Londra del 1908 dove dominò tutto e tutti, mettendoci tutte le energie possibili che un ragazzo piccolino come lui poteva mettere.

A poco meno di 2 km dall’arrivo

Era in testa con un discreto distacco dal secondo…a poco meno di 2 km dall’arrivo finì le batterie e la testa iniziò a girare.

Gli ultimi metri li fece a braccetto di un giudice e di un medico

Sbaglio’ strada, i giudici lo fermarono e lo fecero tornare sulla retta via, cadde, ricadde e cadde ancora svariate volte e i giudici lo aiutarono sempre a rialzarsi…ormai era completamente scarico, gli ultimi metri li fece a braccetto di un giudice e di un medico.

Dorando Petri è ricordato come il vincitore che non vinse!

Vinse, arrivò primo, e subito dopo il traguardo cadde di nuovo svenuto! Gli fu tolta la vittoria dopo un reclamo, ma la storia di Dorando resta e resterà sempre nella storia dello sport, Dorando Petri è ricordato come il vincitore che non vinse!

Vi consiglio di andarvi a leggere la storia di questa gara, è bellissima!

L’Italia del giorno dopo

F. CAMPOPIANO