È stato un anno lungo, ansioso difficile a volte anche tremendo il 2020

È stato un anno lungo, ansioso difficile a volte anche tremendo il 2020

Spero nel mio piccolo di avervi tenuto compagnia con questa rubrica

e ringrazio tutti coloro che hanno interagito e messo parte della loro conoscenza. Ringrazio anche i critici, quelli che mi hanno insultato e criticato, mi avete aiutato a crescere.

I miei post volevano solo essere un modo carino per ricordare la grandezza della nostra Nazione, quella grandezza che presto, perché ne sono sicuro, riusciremo a riconquistare.

Il territorio Italiano è uno dei pochi al mondo ad avere una storia millenaria, gli altri si sono evoluti, cresciuti nel bene o nel male grazie a coloro che vivevano sul nostro territorio. Fin dall’antichità l’Italia è stata un crocevia di culture, di persone e di religioni diverse, e forse proprio questo ci ha reso i migliori al mondo.

Oggi sta a noi fare in modo che nessuno si possa scordare o dimenticare quello che i nostri nonni, bis nonni ed avi in generale, hanno fatto per l’umanità.

  • L’Italia è una sola, indivisibile, con mille volti, mille dialetti, mille differenze sul territorio, ma in ogni caso è bella anche e soprattutto per questo.

Dobbiamo amarla e difenderla perché è fragile,  piccola ed in balie di onde molto pericolos e; se ognuno di noi facesse anche solo un piccolo gesto in difesa di lei…oggi sarebbe sicuramente e decisamente più forte.

Spero che la mia rubrica vi abbia aiutato a capire l’importanza della terra che calpestate, del ruolo che avete, dell’importanza di quello che Dio ci ha dato.

  • Una terra bellissima,
  • Un posto unico al mondo,
  • Che si chiama e si chiamerà per sempre ITALIA.

Francesco Campopiano 

È stato un anno lungo, ansioso difficile a volte anche tremendo il 2020