BOLOGNA – Guglielmini e il suo giro del mondo scientifico

“L’Italia del giorno dopo rubrica di Francesco Campopiano

Uno dei più grandi fisici dell’epoca 

Oggi mi faccio qualche nemico, perché voglio ricordare il primo che ha dichiarato, dimostrando, al mondo che la terra non è piatta e che ha una sua rotazione naturale. Quindi amici terrapiattisti vi ho avvisato, non leggete l’articolo e non segnalatemi? Scorreva l’anno 1760 e proprio il 19 Novembre nacque a Bologna Giovanni Battista Guglielmini uno dei più grandi fisici dell’epoca. 

Guglielmini era Bolognese e frequentò il seminario di Bologna.

A soli 29 anni pubblico il suo prima trattato denominato “Riflessioni sopra un nuovo esperimento in prova del diurno moto della terra”. La storia del suo esperimento è molto carina ed interessante, fece varie prove, prima dalla Torre della Specola e successivamente dalla Torre degli Asinelli. 

dimostrò che le sfere

Facendo cadere delle sfere di piombo. Sfere di una certa grandezza e di un dato peso, dimostrò che le sfere non cadevano esattamente in asse ma leggermente deviate verso est.

Se ci fosse solo la forza di gravità ad interagire

Non entro nella spiegazione tecnica dettagliata altrimenti rischio di annoiarvi, ma vi dico che se ci fosse solo la forza di gravità ad interagire sulle sfere sarebbe caduto esattamente in asse al punto di partenza.

Ora vi chiedo, perché verso est? Vediamo chi lo sa!

Comunque gli studi e le dimostrazioni messe in campo da Guglielmini hanno fatto il giro del mondo scientifico, dimostrando a tutti la rotazione naturale della terra, dando forza a dei concetti che ormai sono conclamati.

 


“Chi era: (da wikipedia) è stato un fisico e religioso Italiano, noto per aver conseguito una delle prime prove meccaniche della rotazione terrestre.

Galg61blog


Bologna 19 Novembre 2020 – Titolo: Guglielmini e il suo giro del mondo scientifico – Rubrica L’Italia del giorno dopo di Francesco Campopiano



Se anche tu vuoi scrivere un tuo articolo, una storia oppure semplicemente fare una segnalazione inviaci [email protected]