I FALCHI

I FALCHI la storia di una Squadra

il libro di Pino Vono

I FALCHI NELLA CATANIA FUORILEGGE

I Falchi nella Catania fuorilegge il titolo del libro scritto dall’autore Pino Vono.

Un libro da leggere e da non perdere…la storia di una Squadra di cui mi pregio aver fatto parte.

Catania

Catania anni 1973/1974. La criminalità e la guerra di mafia imperversa e con essa aumenta la microcriminalità. Da città tranquilla, diventa un territorio criminale. La popolazione spesso è connivente, quindi poco propensa a collaborare con la giustizia. Gli anni passano e l’ondata criminale e destabilizzante omicidi e reati predatori aumentano sempre di più. Ne risente soprattutto l’economia locale. I turisti sono sempre meno per i reati predatori (scippi, furti rapine)

Nasce la squadra

Così nacque alla fine del 1973 la Sezione “Falchi” della Questura di Catania istituita dal Questore De Francesco. Una squadra operativa costituita da circa 24 poliziotti, specialisti del crimine predatorio. Giovani agenti e uomini capaci di mimetizzarsi perfettamente nelle zone della città, dove il crimine imperversava a bordo di motociclette di grossa cilindrata prive di colori d’istituto.

Gli Uomini

Uomini di legge preparati, coraggiosi e reattivi. Tra loro, agenti che son diventati eroi e leggenda. Ne cito qualcuno con cui ho avuto l’onore e il piacere avere accanto…loro adesso ci guardano e ci proteggono dall’alto…Rocco Marramao, Antonio Leo, Giovanni Lizzio, Paolo Puglisi, Gennaro Autori.. e tanti altri.

La criminalità

La criminalità negli anni si è evoluta ad oggi, i Falchi pure: da sezione “Falchi ” a Sezione ” Reati Predatori “della Squadra Mobile. Per narrare la storia di questi uomini valorosi, non basterebbe un’enciclopedia. Una Squadra da ricordare con orgoglio e gioia di appartenenza…

Il tutto torna alla mente grazie Pino Vono ….

Un libro da leggere e da non perdere…la storia di una Squadra di cui mi pregio aver fatto parte.

di M. Grasso

Io personalmente pur non facendo parte della squadra perché ero alle Volanti della Questura di Catania ho conosciuto alcuni di questi ragazzi, impegnati dalla mattina alla sera nella lotta alla criminalità, una criminalità che in quegli anni aveva messo a ferro e fuoco la città. Si li ho conosciuti molte volte con la volante capitava che dovevamo caricare in auto i delinquenti che si erano resi responsabili di rapine o altro.

di G. Castelli