La Bandiera Italiana simbolo di Libertà di appartenenza alla penisola Italica

La Bandiera Italiana simbolo di Libertà di appartenenza alla penisola Italica

La giornata di oggi è dedicata al simbolo di Libertà per eccellenza Italiano e per correttezza dedico il post di oggi allo stesso simbolo

di Francesco Campopiano

Anche se in realtà il simbolo di oggi è il mio simbolo per eccellenza, il simbolo che avrà per sempre il mio massimo rispetto.

 Quello che mai tradirò e che difenderò fino alla morte.  

Sto parlando del nostro Tricolore, la nostra Bandiera, il nostro vessillo.

La storia ci dice che il 27 Dicembre 1796 fu fondata la Repubblica Cispadana che adottò per prima il vessillo tricolore, dichiarando quella Bandiera simbolo di Libertà e di appartenenza alla penisola Italica.

La Repubblica Cispadana era la mamma della Repubblica Cisalpina (1796-1797), la nonna della “vera” Repubblica Italiana (1797-1805) e la bisnonna del Regno d’Italia (1805-1814). 

  • Tutte avevano in comune la bandiera…il nostro Tricolore. 

Dalla fine del 1700 fino alla metà del 1800 l’Italia era suddivisa in svariate repubbliche ma la ricerca dell’indipendenza correva nel sangue del popolo Italico.

Il tricolore era simbolo di unione e libertà e mi piacerebbe che lo fosse anche oggi, invece molti lo usano come sfotto e altri come semplice pezzo d’arredo. 


Vorrei che i nostri politici lo rispettassero di più, e quando questi ci vengono a raccontare che lavorano per noi e per la nostra libertà, li vorrei vedere dire queste cose guardando la Bandiera, la nostra Bandiera, per la quale sono morti milioni di Italiani per difenderla. La Bandiera Italiana simbolo di Libertà di appartenenza alla penisola Italica