Le difficoltà piccole partite iva ma ricordiamoci anche dei circoli culturali

È proprio vero i più grandi nemici del sud sono sempre stati i meridionali

Le difficoltà piccole partite iva ma ricordiamoci anche dei circoli culturali

Mentre il teatrino della politica si divide sulle possibili alternative alla recente crisi governativa, chiedendo elezioni o governi istituzionali, a seconda dei sondaggi del momento, i cittadini sono allo stremo.

  • Senza entrare nel merito dei dipendenti pubblici
che nonostante le difficoltà possono contare sul salario garantito, credo che sia doveroso intervenire rapidamente in soccorso delle altre categorie sociali.
  • Piccoli ormai allo stremo

Piccoli imprenditori, liberi professionisti con partita iva e lavoratori precari sono ormai allo stremo.
Coloro che nell’epoca pre-covid riuscivano ad arrivare a stento alla fine del mese, oggi sono alla fame.

Tra questi proprietari di bar, pizzerie e trattorie. Altrettanto disperata è la situazione dei gestori di circoli culturali o di centri sportivi, che spesso non hanno alcuna fonte di reddito, e sono stati letteralmente abbandonati.
  • Visto che la politica partitocratica non è in condizione di dare risposte concrete alle necessità della nostra comunità

ritengo sia giunto il momento di  erigere un fronte nazionale  capace di raccogliere gli elementi più dinamici della nostra società e dare inizio ad un rinascimento culturale capace di superare i dogmi imposti dal pensiero unico liberista in favore di un nuovo paradigma comunitario fondato sull’equità sociale e sulla tutela delle nostre tradizioni.

Maurizio Abbate Presidente ENAC Ente Nazionale Attività CulturaliIn difficoltà le piccole partite iva ma ricordiamoci anche dei circoli culturali