Personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale

Personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale

Personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale

Personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale


di Francesco CAMPOPIANO – L’Italia del giorno dopo


Il giorno di oggi, ricorda, in maniera perfetta il senso di questa rubrica, ricordare eventi e personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale, ma che sono dimenticati dai più.

E spero di fare cosa gradita.  Fondatore del nuovo modo di studiare l’astronomia con i raggi X Il 21 Novembre del 1993 morì a Cambridge uno degli Italiani che ha contribuito a cambiare il modo di studiare l’astronomia. Forse da considerare come fondatore del nuovo modo di studiare l’astronomia con i raggi X questo uomo si chiamava Bruno Benedetto Rossi.

A Firenze dove fondò la scuola fiorentina di fisica

Fondò la scuola fiorentina di fisica sui raggi cosmici Rossi nacque i primi del 1900 nel Veneto, ma dopo gli studi si trasferì a Firenze dove fondò la scuola fiorentina di fisica sui raggi cosmici lavorando presso l’osservatorio di Arcetri come astrofisico.  I suoi studi sulla misurazione delle particelle cosmiche hanno segnato la rotta dei nostri giovani astrofisici.

Bruno Rossi collaborò insieme a FERMI e SEGRE

Alla realizzazione della bomba nucleare, ma dopo gli eventi di Hiroshima e Nagasaki, cambiò drasticamente la sua opinione in merito. Tornò a concentrarsi sulle sue attività principali, dando maggior spazio ai raggi cosmici, ai raggi X. Alla ricerca astronomica e spaziale, con il risultato di aver fatto lanciare in orbita il satellite UHURU ed il telescopio a raggi X orbitante.  Un grande Italiano, ricordato solo da chi conosce e segue la materia, ma che dovrebbe essere di riferimento per molti dei nostri giovani.

TITOLO: Personaggi Italiani che hanno fatto la Storia mondiale. Francesco CampopianoL’Italia del giorno 


HOME PAGE


AFORISMA DEL GIORNO: Parole. Così innocenti e lievi quando stanno in un dizionario, quando potenti nel bene e nel male si trasformano nelle mani di chi sa combinarle. Nathaniel Hawthorne