Probabilmente sono strano o forse non capisco i politici e la politica di oggi

Probabilmente sono strano o forse non capisco i politici e la politica di oggi

Probabilmente sono strano o forse non capisco i politici e la politica di oggi

Noi “votiamo” (Si fa per dire) i partiti che si presentano alle competizioni nazionali in base ai loro programmi o molto spesso solo per ciò che rappresentano. 

Mi chiedo, quando vediamo che questi personaggi eletti, cambiano i loro programmi andando in conflitto con ciò che rappresentano, perché la volta successiva li rivotiamo lo stesso!?

È una cosa che proprio non capisco. 

Ma la cosa peggiore, a mio giudizio, è il fatto che cambiano i programmi presentati in fase elettorale. Andando in pieno conflitto con sé stessi, solo per restare tra coloro che decidono.

Siamo sicuri che questo atteggiamento sia corretto e giusto!? 

Poi troviamo quelli che dicono NO, giustamente, perché decidono di restare coerenti con i programmi presentati, ma poi durante le sedute dell’aula non votano no, ma anzi si astengono! COSA CHE A MIO GIUDIZIO, È DECISAMENTE PEGGIORE in confronto a quelli che cambiano “casacca” in quanto menefreghisti. 

Ritengo che la politica di oggi, sia decisamente POCO INCENTRATA sui fabbisogni della popolazione, e molto incentrata sulle poltrone da non perdere. 

Questo pensiero non ha colore politico, anche perché oggi, guardando il palinsesto Romano, i colori sono tutti sbiaditi e nascosti dal colore grigio verdognolo della bile rilasciata da una nazione delusa. 

Francesco Campopiano 

Probabilmente sono strano o forse non capisco i politici e la politica di oggi